Alessandro Iori per “Schegge d’Autore”

Un grande momento di teatro lo porta Alessandro Iori con “Prigioni di stoffa”, con Ester Albano e Ginevra Sammartino. Sono due donne afgane che chiacchierano e possiedono solo la voce per essere identificate. Un’immagine molto bella nella cromaticità della scena, come molte, belle e progressiste, sono le parole che si scambiano sulla donna afghana e la sua “impossibile” libertà.

di C. Rosati

Menu Title